fbpx

Blog

Che cos'è il vetro basso emissivo: la risposta del tuo esperto a Roma

Che cos’è il vetro basso emissivo? Può davvero farti risparmiare sui consumi?

Vetro basso emissivo o vetro selettivo? Quale vetro scegliere per la tua casa a Roma? Stanco di bollette troppo alte e una casa sempre fredda? Scopri tutte le caratteristiche del vetro basso emissivo, un valido aiuto per ridurre i costi del riscaldamento.

Che cos'è il vetro basso emissivo e quando sceglierlo?
Stop alla dispersione di calore! Il vetro basso emissivo può risolvere i tuoi problemi di isolamento termico.

Sono sicuro che hai sentito già parlare del vetro basso emissivo, ma è mia intenzione aiutarti nella scelta dei nuovi serramenti per la tua casa a Roma, soffermandomi sulle caratteristiche di questa tipologia di vetro.

Nell’articolo sul vetro selettivo ti ho già parlato dell’importanza del vetro nella scelta dei nuovi serramenti e non potevo non spendere qualche parola anche su quest’altra tipologia di vetro isolante, così da metterti nelle condizioni di poter scegliere la migliore soluzione per la tua casa.

Il vetro basso emissivo è costituito da 2 o più lastre distanziate tra loro e si differenzia da un normale vetro per un particolare trattamento che lo rende idoneo a contenere le dispersioni di calore.

Al vetro float si aggiungono 4 diversi strati, di cui 3 hanno funzione di protezione e rivestimento, mentre lo strato ottenuto con trattamento agli ioni di argento è quello che contribuisce in modo rilevante per quanto riguarda l’isolamento termico.

Tutto chiaro William, ma a cosa serve un vetro basso emissivo?”

È questa la domanda che ti sei appena fatto, vero?

Un vetro basso emissivo ha la funzione di trattenere il calore all’interno degli ambienti domestici, limitandone la dispersione e favorendo un notevole risparmio energetico.

Una protezione perimetrale di infissi con vetrocamera farà scendere in modo considerevole i costi da sostenere per vivere in un ambiente confortevole.

Lo speciale strato di metallo nobile applicato sul vetro basso emissivo impedirà al calore di passare dall’interno della tua casa all’esterno.

Quindi, se la tua casa è una vera e propria succhiasoldi durante il periodo invernale, non devi far altro che sostituire i tuoi vecchi infissi.

Scegliendo un vetro basso emissivo, solo per alcune delle stanze di casa tua, riuscirai a mantenere costante la temperatura riducendo gli spechi.

Hai letto bene: solo per alcune finestre è utile un vetrocamera del genere.

Quando scegliere il vetro basso emissivo e quando un vetro selettivo?

Scegliere la stessa tipologia di vetro per tutte le finestre della tua casa non sempre è la mossa giusta.

Infatti, nella scelta della tipologia di vetro è importantissimo prendere in considerazione la posizione della tua casa e l’esposizione della finestra.

Perché?

Ogni vetro ha specifiche caratteristiche e può essere più performante proprio in relazione al grado di esposizione luminosa e all’irraggiamento solare.

Il mio consiglio è quello di valutare sempre, caso per caso, anzi finestra per finestra, quello che potrebbe essere il miglior vetro per ottenere il massimo in termini generali di efficienza energetica dell’immobile.

Detto ciò, ecco quando scegliere un vetro basso emissivo e quando un vetro selettivo:

  • per tutte le finestre esposte a Nord e poco esposte ai raggi del sole, un vetrocamera basso emissivo è sicuramente da preferire. In questo modo, mantenere caldi gli ambienti sarà più semplice, limitando al massimo la dispersione di calore e riducendo i consumi per un comfort maggiore;
  • per tutte le finestre colpite maggiormente dai raggi del sole per molte ore al giorno consiglio un vetro selettivo, in modo tale da selezionare i raggi del sole per godere di ambienti luminosi e mai troppo caldi.

Quindi, il vetro basso emissivo è consigliato per tutti gli ambienti, ad eccezione delle stanze per le quali si dovrebbe prediligere un vetro selettivo.

Come riconoscere un vetro basso emissivo? Ti svelo un semplice trucchetto “fai da te

Non sai se i vetri dei tuoi vecchi infissi hanno subito lo speciale trattamento che li rende basso emissivi?

Puoi scoprirlo con un semplice accendino o una torcia.

Riconoscere un vetro basso emissivo con questa tecnica è davvero molto semplice e non devi rivolgerti a tecnici esperti. Ecco cosa devi fare:

  • avvicina l’accendino al vetro e fai scattare la fiamma;
  • osserva attentamente il colore delle fiamme riflesse nel vetro.

Cosa dovrebbe succedere?

  • Se hai un doppio vetro basso emissivo vedrai 4 fiamme. Fai attenzione, perché una di queste avrà un colore diverso.
  • Se hai un triplo vetro con trattamento basso emissivo, le fiamme riflesse saranno 6 e una di queste sarà sempre di colore diverso.

Le fiamme sono tutte dello stesso colore?

Puoi star certo che il vetro non è basso emissivo!

Come riconoscere un vetro basso emissivo
La cosa importante da vedere è il colore riflesso sulla 4° facciata che deve essere diverso da quello della fonte originale.

Lo stesso esperimento puoi farlo anche con una torcia, ma con un accendino il risultato sarà ancor più evidente.

A chi affidarsi per la scelta dei nuovi serramenti a Roma?

Se il serramentista che hai contattato non ti ha parlato delle differenze tra vetro basso emissivo e vetro selettivo, forse non è il professionista che può risolvere definitivamente i tuoi problemi.

Non affidarti a chi prontamente ti prepara un bel preventivo dove l’unica cosa chiara è il prezzo, ma fidati solo di chi ti offre una consulenza personalizzata per analizzare le tue esigenze.

È questo il primo passo da fare per capire come intervenire e per iniziare a trovare la migliore soluzione già durante il primo sopralluogo.

Come ti ho già detto, è importante una valutazione caso per caso, perché ogni casa è diversa dall’altra, così come le tue esigenze sono diverse da quelle del tuo vicino.

Che cosa devi fare?

Contattami per una consulenza compilando il form.

Insieme valuteremo l’intervento da fare per migliorare l’isolamento termico della tua casa e abbassare notevolmente i consumi.

Più comfort, meno spese!

-William

No Comments

Post a Comment