Blog

mister shut

porte d’ingresso… in tutta sicurezza

Bisogna scegliere la propria porta d’ingresso con cura

Resistente e sicura, quando ben coibentata, garantisce efficienza energetica e fa risparmiare.

Due dei criteri principali da valutare quando si sceglie la porta d’ingresso sono sicurezza ed efficienza.

La porta d’ingresso è il primo e principale elemento di difesa contro i tentativi di effrazione,

per questo deve assicurare resistenza e sicurezza.

È perciò importante assicurarsi che la porta sia dotata di efficaci sistemi anti-effrazione.

Per classificare la proprietà anti-effrazione  si usano sei classi di resistenza (RC o WK)

da 1 a 6 (quest’ultima è la massima)

che definiscono il grado di resistenza da porte e finestre ai tentativi di scasso in base agli attrezzi e ai metodi utilizzati dagli scassinatori.

Può avere anche parti vetrate realizzate in vetro anti mazza  che contribuisce ad aumentare la luminosità nella zona dell’ingresso.

La coibentazione termica è l’altro fattore di scelta molto importante per la porta d’ingresso;

soprattutto se la porta dà direttamente sull’esterno.

I modelli ben coibentati impediscono l’abbassamento della temperatura interna,

con conseguente risparmio di energia.

Per questo è consigliabile informarsi sul valore di trasmittanza termica del modello scelto al momento dell’acquisto.

Questo valore è indicato con la sigla Ud, espresso in W/ m²·K e calcolato sulla base dell’insieme degli elementi che compongono la porta.

Per quanto riguarda l’estetica,

le porte d’ingresso sono disponibili in svariate finiture e colori di serie e design che ben si abbinano alle facciate delle abitazioni.

No Comments

Post a Comment